Il Reale Circolo Canottieri Tevere Remo risponde all’appello dei ragazzi romani e tramite il proprio presidente Daniele Masala ha comunicato ai rappresentanti delle istituzioni romane e alla stampa la decisione del RCCTR di mettere  i propri impianti sportivi e le proprie attrezzature per alcune ore del mattino a disposizione delle scuole romane che ne faranno richiesta.

“I soci del RCCTR aprono le porte del loro circolo ai giovani studenti romani, compatibilmente con gli spazi di cui dispongono, nella consapevolezza delle difficoltà in cui si dibattono le scuole romane per ottemperare al dovere di difendere la salute degli studenti dai pericoli del contagio di “Corona Virus”.

Il Reale Circolo Tevere Remo ha ritenuto che la più antica presenza dello sport privato nella Capitale dovesse lanciare un messaggio di solidarietà e di disponibilità ai ragazzi romani che travalichi l’ambito ristretto del club, ma estendersi a tutto lo sport amatoriale italiano nello sforzo comune di affrontare la tragedia epocale che tutti ci coinvolge”.

Progetto “Circoli storici aperti alle scuole”: conferenza stampa