Prima di andare tutti in vacanza!

Nonostante il caldo afoso di agosto che induce al riposo, il Reale Circolo Canottieri Tevere Remo sta affrontando un momento di grande impegno sotto tutti i profili. Il Covid-19 non aiuta a risolvere i problemi, ma la coesione e lo spirito di appartenenza che lo contraddistinguono ci aiuteranno a raggiungere lo scopo.

A questo proposito, tenendo fede al programma di questo Consiglio Direttivo in cui si affermava la volontà di migliorare la comunicazione interna, prima di andare tutti in vacanza, mi corre l’obbligo d’informarvi su alcune delle più significative delibere che il C.D. ha preso nel corso di queste settimane.

Innanzi tutto, è importante ricordare che il C. D. si è sempre sistematicamente riunito dal primo giovedì dopo le elezioni fino alla scorsa settimana, lavorando principalmente sui seguenti temi:

 

  1. Problematiche inerenti il personale (ferie, recuperi, permessi ecc., e relativi risparmi)
  2. Moratoria mutuo corrente (con abbassamento della quota mensile fino al prox anno)
  3. Presidio del bilancio
  4. Nomina direttori sportivi (con introduzioni di nuovi settori)
  5. Presidio delle normative riguardanti il Covid-19
  6. Orari di apertura/chiusura delle sedi di Ripetta, ISA e Anzio
  7. Inserimento dei giovani nei vari programmi sociali
  8. Ripresa delle attività sportive nelle sedi (con nuove iniziative e manifestazioni interne)
  9. Controllo della comunicazione e digitalizzazione del Circolo (centralizzazione e sviluppo)
  10. Lavori ordinari e straordinari.

 

Tuttavia, molte altre sono state le scelte che il C.D. ha ritenuto necessarie assumere nell’immediato, alcune delle quali sono state dettate dalla consapevolezza d’intervenire sulle priorità che hanno un forte impatto sul conto economico del Circolo.

Fin dalla prima riunione abbiamo nominato alcuni aggregati dei consiglieri con funzioni specifiche. Solo per ricordarvi: Ezio Gorrieri supporterà l’attività del Segretario. Dopo la sanificazione, la sede di Ripetta è stata subito riaperta con la nomina a Direttore del Galleggiante San Giorgio a Leonardo Carletti. Direttore alla sede sportiva dell’ISA è Alberto Vivani. Alla sede di Anzio abbiamo preposto Giuliano Ravagnani.  Franco Bovo si occuperà della salute del Galleggiante Picca, Antonio Bruschetti di quella del Galleggiante San Giorgio e Roberto Cavatorta sovraintenderà all’ISA. E molti altri che formano una lunga lista di volenterosi collaboratori, confermando la voglia comune di partecipazione attiva.

Marco Arduini, che insieme a Matteo Lucarelli ha formato il Comitato dei Giovani Soci, sarà presente in pianta stabile alle sedute del Consiglio e avrà il compito di elaborare progetti e nuove iniziative da sottoporre al C.D.

Sui giovani soci facciamo molto conto e vogliamo che una nuova leva di dirigenti si formi affiancando quella in carica.

Fin da subito si è dato corpo ad una serie di attività sportive, compatibilmente con le restrizioni imposte dalla normativa emergenziale. È stato anche varato un programma di rilancio dell’attività velica per la sede di Anzio che darà a tutti i soci nuovamente la possibilità di usufruire della nostra flotta, e non solo.

Il Consiglio ha incaricato Luca Amato di formare una Commissione per la Riforma dello Statuto sociale, da presentare all’assemblea straordinaria che terremo fra ottobre e novembre p.v., fornendo alcune linee guida affinché l’impianto statutario recepisca le sollecitazioni provenienti dal corpo sociale, emerse dalle analisi e dai dibattiti che hanno attraversato il secondo semestre del 2019. I punti salienti dell’indirizzo di massima, conferito alla costituenda commissione, sono l’accorpamento delle categorie di soci, mantenendo le agevolazioni per i soci giovani, l’obbligo del pareggio di bilancio, il depotenziamento del peso delle schede bianche nelle elezioni e molto altro.

Stiamo iniziando ad intessere nuovi e proficui rapporti con l’Associazione dei Circoli Storici, che pensiamo di dover far crescere di importanza e peso nelle relazioni con le istituzioni locali e nazionali.

È partita la digitalizzazione del Circolo. Quindi, un grazie particolare va a Massimo Marciani, Claudio Rafanelli, Rinaldo Milani, Stefano Sarra e Adriano Orazi che, con il successivo ausilio di Pierpaolo Palmieri e del giovane, ma efficiente, Fabio Massimo Ciaccheri Pirelli, ci hanno dato un prodotto finito di alta qualità, che comunque è in continua evoluzione.

Con l’aiuto di Giuseppe Alagia, sto concentrando tutta la comunicazione al fine di avere una sola linea guida, senza dispersioni e/o fraintendimenti di sorta, soprattutto in considerazione dell’elevata attuale esigenza di esternare i nostri propositi.

In questo senso si è provveduto ad una campagna di sensibilizzazione per le nostre scuole di sport (con un affissionale nelle zone limitrofe l’Acquacetosa), che col tempo verranno riunite in una sola “Tevere Remo Sport Academy” sulla quale stiamo lavorando per il futuro.

Ovviamente, non ci siamo dimenticati dei lavori ordinari e straordinari per i nostri impianti. Molto si è fatto, ma non è sufficiente. Dobbiamo però tener conto delle ingenti spese che comportano. Comunque, su Anzio abbiamo realizzato dei lavori di ristrutturazione a seguito dei danni strutturali al soffitto di alcuni ambienti e nonostante tutto abbiamo autorizzato in sicurezza i corsi di vela, in più c’è stata la messa a norma dell’impianto elettrico del ristorante.

Abbiamo liberato la Casa di Ripetta degli ingombri che erano depositati da anni nel piano inferiore e messa in sicurezza i pericolosi cornicioni malfermi che stavano cadendo.

All’Isa si è effettuata la potatura e l’abbattimento di alcune piante secche e pericolanti; interventi di manutenzione straordinaria sono stati effettuati anche sull’impianto di climatizzazione, interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria alla piscina e manutenzione delle restanti strutture sportive. Ma ancora molto c’è da fare.

Tra mille difficoltà sono partiti i centri estivi per i figli dei soci e non solo, ma che abbiamo dovuto realizzare con un numero contingentato di bambini in ossequio alle normative Covid19; tariffe calmierate, sempre in relazione al periodo, con un servizio privilegiato anche per i figli dei dipendenti, dando loro l’opportunità di lavorare con più tranquillità.

Sono altresì consapevole che alcune decisioni abbiano potuto determinare dei disagi, in particolare per quanto attiene gli orari di apertura/chiusura delle sedi (per la 1° volta si è predisposto la chiusura, anticipata di una settimana, della Casa di Ripetta e di 3 giorni della Sede ISA (15/16 e 17 agosto p.v.), lasciando però aperta per tutto il periodo la sede velica di Anzio.

Queste decisioni, in particolare, sono state assunte nel rispetto del mandato conferitoci che è stato prioritariamente orientato sulla necessità di rimettere in ordine ai conti del nostro sodalizio. In particolare, sugli orarie e sulle chiusure, devo precisare che lo abbiamo fatto anche per usufruire delle provvidenze governative attuali che produrranno doppi vantaggi economici a fronte di piccole rinunce da parte di tutti.

Tutto questo, comunque, non prima di aver effettuato un’attenta verifica dei dati storici di frequentazione dei Soci in detti periodi e con l’auspicio che questi piccoli sacrifici ne eviteranno in futuro altri di ben più elevata caratura.

Ci conforta il clima di rinnovata fiducia e di orgoglio di appartenenza che sentiamo intorno a noi, che ci sprona e ci responsabilizza a fare del nostro meglio per rilanciare nel migliore dei modi il nostro Circolo.

Buona estate a tutti

                                                                                                                                               Daniele Masala

Roma, 2 agosto 2020