Crescono le performance della squadra agonistica di canottaggio del Tevere Remo. Ottimi i risultati ottenuti nella seconda Regata Nazionale, svoltasi i primi di maggio sul Lago di Piediluco.

Un appuntamento importante, uno degli ultimi test indicativi della stagione prima delle convocazioni azzurre per i mondiali e dei campionati italiani delle varie categorie in programma tra giugno e settembre. Eccezionale il successo del quattro senza ragazzi (Astone, Rocco, Rinaldi, L. Massai), che ha battuto una concorrenza agguerritissima, migliorando addirittura il risultato ottenuto ad aprile nella prima Regata Nazionale, quando i quattro ragazzi conquistarono la medaglia d’argento. Non è oro, ma è come se lo fosse, anche il terzo posto dell’otto junior, composto in gran parte dagli atleti che l’anno scorso si fregiarono del titolo italiano nella categoria inferiore.

“Bronzo per la Tevere Remo, unico equipaggio interamente societario” commentava lo speaker a Piediluco durante la premiazione: infatti Di Rosa, Insola, Avellino, Germani, Danciu, Roncolini, Destro, Mearelli e il timoniere N. Massai sono stati battuti solo da due equipaggi misti, composti dai migliori elementi messi insieme da ben cinque società.  In prospettiva dei Campionati Tricolori, dove i misti non saranno ammessi, questo è un bronzo che pesa davvero. Altro risultato di spicco, sempre in considerazione degli obiettivi principali della stagione, è il settimo posto di Ottavia Ravoni nella finale del singolo junior femminile: unica della categoria ragazze capace di conquistare un posto tra le migliori rivali più grandi di lei: si è quindi candidata per una medaglia di prestigio per il titolo italiano ragazze, in programma a giugno a Napoli.

Tra gli equipaggi targati RCC Tevere Remo da sottolineare il quinto posto di Ludovica Lucidi, nella finale del singolo senior femminile, e il terzo in finale B di Stefano Padoa nel singolo senior pesi leggeri. Infine il quinto posto in finale per il quattro senza junior femminile (Leoni, Merlini, Ravoni, Puglia), fuori dal podio ma comunque battute, anche qui, solo da quattro equipaggi tutti misti.

Buoni i risultati ottenuti da Calabrese, atleta junior del nostro Circolo che si allena nel Collegio Remiero Federale di Piediluco: inserito in vari equipaggi scelti dai tecnici federali, Leonardo ha conquistato un bronzo in doppio e un argento in quattro di coppia.

Discorso a parte per Niccolò Pagani, atleta di spicco della squadra di canottaggio allenata da Marco Massai: impegnato nelle gare-test della TRio2016, un tour de force parallelo alla Regata Nazionale per i soli atleti della Nazionale (e del Gruppo Olimpico), ha dimostrato ancora una volta il suo valore, rafforzando la stima nei suoi confronti da parte dei tecnici azzurri. Un posto di rilievo nella squadra per i mondiali Under 23 è ormai certo.