Nel mese di luglio 2018 la Segreteria del Circolo riceve un email da un escursionista che riferisce di essere stato il 12 sul Gran Sasso e di avere constatato un danneggiamento sulla punta della piramide ristrutturata nel 2016. Nessun dubbio, dalla documentazione allegata all’email, che il danneggiamento fosse stato causato da un fulmine nel corso di un violento temporale abbattutosi sul Gran Sasso nei primi giorni di luglio.

Come è nel DNA dei Soci del Circolo venti Soci “montanari” si rimboccano le maniche e si organizzano per finanziare il secondo intervento di riparazione. Viene di nuovo incaricato Simone , conosciuto come “ il muratore delle nevi”, che verso la fine del mese di luglio esegue la riparazione della punta della piramide recuperando le pietre rotolate verso la Val Maone ancora intatte. Ad agosto alcuni Soci vanno a festeggiare in quota il ritrovato look del monumento funerario del nostro avo.

Un altro episodio di una storia che solo i Soci del Circolo Tevere Remo, orgogliosi delle loro origini e tradizioni, potevano scrivere!